Pavan (Coldiretti Fvg): «Positivo l'intervento Ue sui danni da cimice. Ma i tempi della burocrazia vanno accorciati» | EFFE RADIO

Pavan (Coldiretti Fvg): «Positivo l’intervento Ue sui danni da cimice. Ma i tempi della burocrazia vanno accorciati»

Scritto da il 31/03/2020

Coldiretti Fvg, con il suo presidente Michele Pavan, commenta con soddisfazione le informazioni che riportano l’intervento della Commissione Ue mirato ad aumentare il proprio aiuto finanziario a sostegno delle organizzazioni dei produttori ortofrutticoli del Friuli Venezia Giulia, oltre che di Emilia Romagna, Veneto, Trentino Alto Adige, Lombardia e Piemonte, territori del Nord colpiti dall’invasione della cimice. «È la presa d’atto della gravità di un fenomeno che ha danneggiato pesantemente le nostre produzioni ortofrutticole – ricorda Pavan –, con danni fino al 100% in alcune zone della Bassa friulana, pur in presenza di misure preventive, che hanno a loro volta inciso sui bilanci delle aziende».

L’Europa interverrà su tre fronti, a partire da un aiuto finanziario per i fondi di mutualizzazione che comprende anche il sostegno al capitale iniziale. Questo provvedimento si aggiunge al recente riconoscimento da parte del ministero delle Politiche agricole dello stato di calamità a seguito dell’infestazione di cimice asiatica. «Si è trattato anche in quel caso del riconoscimento di una battaglia avviata mesi fa a seguito della catastrofe 2019 – sottolinea Pavan –. Purtroppo, vista l’emergenza sanitaria ed economica in corso, i tempi delle procedure per la distribuzione di risorse, tra l’altro non sufficienti, si sono allungati. Eppure, proprio in questa situazione, rimettere risorse in circolo sarebbe il modo migliore per preparare una ripartenza che speriamo più vicina possibile».


Traccia corrente

Titolo

Artista

Background