Il Coronavirus non ferma la sensibilizzazione sull'endometriosi | EFFE RADIO

Il Coronavirus non ferma la sensibilizzazione sull’endometriosi

Scritto da il 28/03/2020

Oggi èla giornata mondiale sull’endometriosi, dedicata a questo tema, mese della consapevolezza, il 9 marzo è stata dedicata la giornata alla ricerca e consapevolezza indicata in diverse leggi, in cui molteplici Comuni del Friuli Venezia Giulia #LArtesilluminaxdonnendo, illumineranno i propri luoghi storici e artistici con il fine di evidenziare che, neppure in momenti storici come questi, le donne che soffrono di endometriosi possono essere dimenticate. I numeri parlano chiaro: una su dieci soffre di questa patologia.

Il Presidente del Consiglio Regionale Pier Mauro Zanin sostiene l’iniziativacontribuendo al  sostegno del territorio ad illuminare un monumento ed in alcuni comuni anche l’esposizione di striscioni informativi e materiale informativo, che l’Associazione endometriosi FVG ha messo a disposizione.

La presidente dell’Associazione Endometriosi Friuli Venezia Giulia Onlus, Sonia Manente, promotrice delle iniziative, ha evidenziato che: “la sensibilità dimostrata dal Presidente del Consiglio Regionale FVG dott. Pier Mauro Zanin,  dando spazio all’endometriosi, ci colpisce molto, così come di alcuni Consiglieri Regionali tra cui Mauro Bordin e . Avere la possibilità di confrontarsi e attuare dei progetti con primi cittadini che sappiano ascoltare e attivarsi in modo celere risulta un valore aggiunto per tutta la comunità”.

 

•         marzo 2020 #L’Artesilluminaxledonnendo Illuminare le Donne affette da Endometriosi:

È ora di fare luce su una malattia spesso dimenticata, che le donne sono costrette a vivere precludendosi sogni, vita sociale, famiglia, lavoro ecc.

 

Il 9 marzo, Giorno della ricerca e della consapevolezza, la settimana della consapevolezza europea, il mese della consapevolezza per le donne affette da endometriosi e il 28 la giornata della marcia che avviene in alcune capitali, come Roma (ora sospesa per emergenza a data da destinarsi). È ora di fare luce, grazie alle istituzioni che faranno rete e squadra, per sostenere l’illuminazione nei vari Comuni del territorio regionale del Friuli Venezia Giulia, con un connubio con alcune Regioni, come la Campania, con la referente Paola Acito e la Sardegna, con Giovanna Maria Tommasi che hanno prontamente aderito. E’ ora di fare luce; tante luci si accenderanno, con il profondo messaggio: nessuna donna si deve sentire sola, con questa malattia invalidante. Un duro lavoro, di volontariato, regionale e nazionale. I patrocini sono molteplici e ogni giorno si aggiungono, sebbene il periodo non sia dei più belli.

 

I patrocini sono molteplici e, in alcuni Comuni, oltre che accendere le luci sarà esposto uno striscione colorato e del materiale informativo.

 

I soggetti e Comuni coinvolti:

Federsanità ANCI del FVG e Nazionale come anche l’ANCI FVG e Nazionale, UNCEM Nazionale e FVG,  Stati Generali delle Donne, Consiglio Regionale FVG, Campania, Sardegna, I Borghi più belli d’Italia,

UNCEM Nazionale e FVG,  Unesco Udine e Gorizia  (quest’ultimo, per il 2020, pubblicherà una cartolina informativa dell’Associazione in occasione degli eventi),

Comune di Gorizia, Udine, Pordenone, Trieste, Monfalcone, Azzano Decimo,

Latisana, Città Lignano Sabbiadoro,  San Daniele del Friuli, Città di Palmanova, Cividale del Friuli, Aquileia, Sappada, Tarvisio, Latisana, Palazzolo dello Stella, Precenicco, Muzzana del Turgnano, Pocenia, Rivignano-Teor, Gemona del Friuli, San Giorgio di Nogaro, Spilimbergo, San Pietro al Natisone, Porpetto.

 

L’auspicio è quello di continuare sul sentiero tracciato rafforzando le reti costruite sul territorio e a livello nazionale. Da oltre 20 anni siamo attive con attività di prevenzione rivolte a ragazzi e ragazze anche nelle scuole (al momento sospese, visto il recente decreto del Consiglio dei Ministri); siamo arrivate anche in in Campania, con la nostra referente Paola Acito, e in Sardegna, con Giovanna Maria Tommasi e l’Associazione Mondo Endo. Il progetto relativo alle scuole rimane sempre attivo; abbiamo creato materiale informativo che distribuiamo in occasione degli incontri e non solo, ma, al momento è attivo anche un numero telefonico e una mail per i familiari che hanno dei dubbi in merito alla malattia o che si sentono soli nel doverla affrontare con le proprie figlie, sorelle, fidanzate. Ricordo che la diagnosi risulta ancora tardiva e va dai 5 ai 7/9 anni e non esiste una cura definitiva”, conclude.

 

6_3_20 Illuminare le donne Assne endometriosi FVG


Traccia corrente

Titolo

Artista

Background