Dal 20 maggio per Smilax Records “Personael”: lo spezzino Neon per una traccia estiva da ballare | EFFE RADIO

Dal 20 maggio per Smilax Records “Personael”: lo spezzino Neon per una traccia estiva da ballare

Scritto da il 17/05/2022

Un nuovo inizio e, decisamente, ritmo per Neon (all’anagrafe Luca Rinaldo Rossi) artista spezzino che esordirà su Smilax Records il 20 maggio con la sua ”Personael”. Disco molto interessante in chiave dance con un ritornello che rimane subito in testa. Insomma, con Giugno ormai alle porte, personael si pone l’obiettivo di fare da colonna sonora per una stagione nella quale, si spera, potremo tornare (sempre di più) ad una normalità che ci mancava da troppo tempo.
La voglia è quella di poter tornare al piû presto a ballare e fare festa, senza troppi pensieri e con il sorriso tipico che soltanto la bella stagione sa riportare.

Abbiamo chiesto a Luca Rossi di descrivere come è nato il suo brano e questa è la risposta:

La prima cosa che ho pensato quando ho iniziato a scrivere il testo è stato appunto “esco di casa presto” dato che amo dormire e avendo iniziato un nuovo lavoro non potevo permettermi di fare brutta figura, quindi ho cominciato a svegliarmi sempre prima come se ci fosse un reale pretesto per farlo, ma probabilmente era più la paura di sentirmi inadeguato e di fare brutta figura davanti a qualcuno che contava su di me.

Dal mio punto di vista fuggire da una vita monotona che sia effettivamente quella che viviamo o quella che è nella nostra testa si può riassumere con “vado ad amsterdam” dove si spera che qualcosa possa cambiare e che non rimanga un infinito loop di emozioni e sensazioni.

La seconda strofa inizia invece con quella parte un po’ malinconica trovata già all’inizio della prima strofa, dove cerco di riportare una visione del vuoto e della solitudine che trovo dentro di me, soffocato però da una presenza che mi fa un po’ da spartiacque di sentimenti, la solitudine da una parte e l’amore dall’altro, poiché vivo sempre transizioni d’amore nella mia vita che possono portare un po’ di serenità, ma per quanto “giro sempre con una diversa” le reali differenze sembrano non esserci perché si ritorna a un senso di monotonia che riporterà tutto all’inizio come se infondo non fosse cambiato nulla.

Ho anche deciso di prendermi un po’ in giro perché ogni volta che cerco di approcciare con una nuova presenza divento bianco cadaverico “bianco in faccia intonaco” e una voce nella testa “prima che mi impanico” che mi porta spesso a dovermi tirare indietro da certe situazioni semplicemente per un senso di paura che mi da la vertigine e che quindi mi ferma da ogni decisione.

Taggato come

Traccia corrente

Titolo

Artista

Background
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: