Bones:Dreaming pubblicano l’affascinante album “A Day in the Labyrinth of a Psychedelic Mind” | EFFE RADIO

Bones:Dreaming pubblicano l’affascinante album “A Day in the Labyrinth of a Psychedelic Mind”

Scritto da il 05/08/2022

Il musicista Mike Ludwig del gruppo Screaming Bones, ha deciso di immergersi in un’esperienza semplicemente affascinante nella sua prognosi artistica, avviando un percorso solista davvero affascinante nelle sue intenzioni. Sappiamo che il genere ambient è davvero affascinante, totalmente slegato dalla musica come prodotto e molto più radicato nei dettagli, nel creare un’esperienza sensoriale che affascina per chi entra nel viaggio concepito. Ed ecco l’ideazione di un altro capolavoro, l’album “A Day in the Labyrinth of a Psychedelic Mind”, l’uscita del progetto Bones:Dreaming. Come con Screaming Bones, anche questo progetto è uno spettacolo personale.

Mike genera i paesaggi sonori dell’ambiente oscuro con l’aiuto di un Soma Lyra 8, un Soma Ornament 8, un Soma Cosmos, un Moog Subharmonicon e diversi pedali per chitarra, principalmente di Electro Harmonix e Strymon. La combinazione di queste macchine rende ogni sessione unica. La natura e la filosofia degli strumenti Soma è che l’artista e lo strumento formano una sorta di simbiosi. Soprattutto il Lyra 8 reagisce allo stato d’animo dell’artista in una data sessione e suona in modo diverso ogni volta che viene suonato. Pertanto, non ci saranno mai due sessioni con la stessa configurazione che suoneranno allo stesso modo.

Ogni sessione è un’esperienza per Mike, l’impostazione degli strumenti è ogni volta diversa, il risultato è sconosciuto, il viaggio è l’obiettivo. Quando suonano gli strumenti, sembrano prendere vita, sviluppano i propri suoni, ritmi e comportamenti. A volte, le macchine si siedono lì e parlano da sole, il risultato è quello che senti in “Un giorno nel labirinto di una mente psichedelica”. I paesaggi sonori oscuri dell’ambiente portano l’ascoltatore in un viaggio nell’ignoto sonoro, gli schemi emergono, i ritmi si ritrovano, solo per perdersi di nuovo pochi istanti dopo in una foschia di crepitio elettrico. L’ascoltatore deve riservare un po’ di tempo nei suoi impegni, liberare un po’ di spazio di testa, indossare le cuffie, rilassarsi, chiudere gli occhi e godersi il viaggio.

Taggato come

Traccia corrente

Titolo

Artista

Background
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: