Un lavoro congiunto tra la polizia di Udine e Bardonecchia (TO) ha portato all'arresto di un 51enne cittadino rumeno, condannato per molteplici episodi di reati contro il patrimonio | EFFE RADIO

Un lavoro congiunto tra la polizia di Udine e Bardonecchia (TO) ha portato all’arresto di un 51enne cittadino rumeno, condannato per molteplici episodi di reati contro il patrimonio

Scritto da il 30/05/2020

Nella giornata di ieri, personale di questo Ufficio, in collaborazione con quello della Polizia di Frontiera di Bardonecchia (To), ha dato esecuzione all’ordine per la carcerazione, disposto dalla locale Procura, nei confronti del 51 enne cittadino rumeno PREDA Gheorghe Marius.

L’uomo deve scontare la pena di 8 anni a seguito delle condanne dei Tribunali di Udine e Novara, per eventi di natura predatoria avvenuti in questa e in quella provincia, fra il 2010 ed il 2014.

Il soggetto in questione era componente di un sodalizio criminale, composto da connazionali, gravitante in tutto il nord Italia e dedito a furti in abitazione ed attività commerciali. 

L’uomo annovera molteplici pregiudizi penali e condanne, con pregressi periodi di  carcerazione. Infatti il curriculum criminale del soggetto lo vede indagato in stato di arresto e di libertà, in svariate occasioni fin dal 1997, in provincia di Pavia, Bolzano, Milano, Ferrara, a Novi Ligure e Novara. In queste occasioni ha declinato sempre generalità diverse, annoverando diversi alias. 

Nel 2013 veniva fermato in questa provincia, unitamente ad altri correi, e deferito per detenzione di arnesi atti allo scasso. Successivamente, a seguito di mirata attività investigativa, venivano raccolti gravi e convergenti elementi di prova che portavano ad identificare PREDA Gheorghe Marius ed altri 5 connazionali pregiudicati, quali autori dei furti presso strutture commerciali di Cassacco e Martignacco, occorsi nel settembre 2013 e nel gennaio 2014. 

A seguito del provvedimento di condanna, le indagini esperite da questa articolazione investigativa, con il concorso del Servizio SIRENE, permettevano di rintracciare il condannato in Francia, dove veniva fermato il 29 aprile scorso in esito al Mandato di Arresto Europeo, predisposto dalla Procura di Udine.

L’uomo è stato associato presso la Casa Circondariale di Torino.


Traccia corrente

Titolo

Artista

Background